PrivatiSala StampaComunicati StampaNuovo servizio di raccolta fondi Telethon

Nuovo servizio di raccolta fondi Telethon

StampaPDFFacebook

Roma, 20 ottobre 2011 - Si rafforza il rapporto tra la Fondazione Telethon e PosteMobile, l’operatore di telefonia del Gruppo Poste Italiane, che già dallo scorso anno consente ai propri clienti di donare attraverso l’sms solidale attivo durante la maratona televisiva.

Grazie ad un nuovo accordo, da oggi giovedì 20 ottobre, i clienti PosteMobile che hanno associato la SIM a uno strumento di pagamento BancoPosta (conto corrente o Postepay) potranno effettuare online le proprie donazioni libere, utilizzando soltanto il proprio numero di cellulare.

Semplice e intuitiva la modalità: una volta arrivati sul form di donazione sul sito Telethon.it, basterà compilarlo con i dati richiesti, inserire il proprio numero di telefono PosteMobile e la propria data di nascita. Si riceverà quindi un SMS con il riepilogo dei dati inseriti. Per completare l’operazione sarà sufficiente digitare sul proprio cellulare, seguendo la procedura guidata, il proprio codice personale PMPIN a conferma della transazione. L’importo donato a Telethon sarà così automaticamente addebitato sullo strumento di pagamento BancoPosta associato alla SIM.

PosteMobile non applica alcun costo aggiuntivo per la transazione via SIM In questo modo Telethon diventa la prima charity in Italia a utilizzare questo canale per raccogliere fondi e sostenere la migliore ricerca sulle malattie genetiche.

Ulteriori informazioni su www.postemobile.it e www.telethon.it

Le malattie genetiche sono dovute a un errore nel Dna dell’individuo e la maggior parte ad oggi non ha una terapia efficace. Se ne conoscono oltre seimila ma anche se complessivamente in Italia ne è affetto il 5 per cento della popolazione, per la loro rarità sono comunque trascurate dai grandi investimenti pubblici e privati. Dal 1990 ad oggi Telethon ha destinato alla ricerca oltre 350 milioni di euro finanziando più di 2200 progetti di ricerca su 454 patologie. Ha fondato tre istituti di ricerca e un laboratorio che progetta ausili tecnologici. In USA la Food and Drug Administration ha riconosciuto l’efficacia del protocollo clinico di terapia genica, applicata con successo per la prima volta al mondo, per curare una forma di immunodeficienza, l’Ada‐Scid, messo a punto dall’Istituto San Raffaele-Telethon per la Terapia Genica di Milano: fino ad oggi ha già consentito di salvare 14 bambini. Oggi Telethon si sta avvicinando a possibili terapie anche per altre malattie genetiche come la leucodistrofia metacromatica, la sindrome di Wiskott‐Aldrich, la distrofia muscolare di Ullrich e di Duchenne, l’amaurosi congenita di Leber. Ogni giorno i ricercatori di Telethon compiono passi in avanti e grazie al loro impegno milioni di pazienti affetti da patologie rare possono sperare in un futuro migliore.

Contatti

Ufficio Stampa Telethon: Filippo degli Uberti fd_uberti@telethon.it Tel. 06. 44015314
Ufficio Stampa PosteMobile: Francesca Turco francesca.turco@postemobile.it Tel. 06.966.74.983
Ufficio Stampa Poste Italiane:Patrizia Lombardo patrizia.lombardo@posteitaliane.it Tel. 06.5958.9941